Come pulire gli occhiali

Se volete sapere come pulire gli occhiali siete nel posto giusto. Gli occhiali sono spesso il primo accessorio che si indossa la mattina e l’ultimo che si toglie la sera. Dopo una giornata passata al lavoro, nello smog delle nostre città, in vari ambienti pubblici, sicuramente le lenti e la montatura degli occhiali saranno coperti da residui di polvere, ditate e segni di ogni tipo. Per pulire gli occhiali da vista, ma anche gli occhiali da sole, specie se hanno delle lenti graduate, è bene seguire una procedura che evita di danneggiare o di procurare graffi alla superficie delle lenti o della montatura. Prima però di scoprire qual è il modo corretto per pulire gli occhiali, vediamo ciò che è assolutamente da evitare per non rovinare definitivamente lenti e montatura.

Ciò che non devi mai fare

1. Il lembo della tshirt

Sudore, umidità, gocce di pioggia, ditate e polvere sono i nemici delle nostre lenti che tenderanno a risultare più opache e quindi a darci una visione poco nitida. Quando siamo fuori casa la tentazione di pulire gli occhiali con un lembo della tshirt o con un fazzoletto da naso di stoffa o di carta è molto forte, ma è una procedura da evitare.
Sulla tshirt sicuramente sarà depositata altra polvere oltre a quella presente sulle lenti e strofinando una parte del tessuto sulle lenti si rischierà di provocare micro graffi. Discorso analogo si può fare per fazzoletti, sciarpe o altri tessuti.

2.Alitare sulla lente

Un’altra procedura da evitare assolutamente è quella di alitare sulla lente per poi strofinare con un panno. In questo caso lo strato di condensa che si formerà non sarà sufficiente ad evitare graffi durante la pulizia.

3. Attenzione all’acqua calda

Evitare assolutamente di lavare gli occhiali sotto l’acqua calda, specialmente se le lenti hanno trattamenti antiriflesso o sono lenti polarizzate. Il calore è uno dei principali nemici delle lenti, per questo è sempre sconsigliabile metterle a diretto contatto con fonti di calore (ad esempio: mai lasciarli in macchina d’estate e mai aprire il forno caldo indossando gli occhiali).

4. No alle salviette struccanti o detergenti

Altro errore comune che in molti commettono è quello di detergere le lenti utilizzando salviette struccanti. Le salviette struccanti contengono spesso tensioattivi per evitare che si secchino all’interno delle confezioni che sicuramente non fanno bene alla vita delle lenti degli occhiali.

Come prendersi cura degli occhiali

Dopo aver visto quelle che sono le azioni da evitare, vediamo cosa possiamo fare per pulire e proteggere i nostri occhiali.

1. Sciacquare con acqua tiepida

Gli occhiali vanno bagnati abbondantemente con acqua tiepida. Al massimo può essere usata acqua a temperatura ambiente, ma non più calda, nè particolarmente fredda.

2. Usare spray detergente

Dopo aver bagnato le lenti, al posto del sapone liquido, che spesso è aggressivo, è bene vaporizzare spray detergenti. Sono in commercio in flaconcini da 250 ml o meno, possono essere trasportati con comodità sia in tasca che all’interno di una borsetta e sono sempre pronti all’utilizzo. Questi spray contengono alcool e acqua, solitamente in parti uguali, a cui è aggiunto del liquido detergente. Una volta spruzzato su entrambe le superfici delle lenti, va lasciato agire per qualche minuto, in questo modo potrà sciogliere le parti oleose presenti se, ad esempio, abbiamo toccato la lente con un dito.

3. Panno in microfibra e strofinare

Una volta lasciato agire si può eliminare con una pezzetta in microfibra. Solitamente questo accessorio è già presente nella confezione dello spray o nell’ astuccio degli occhiali al momento dell’acquisto, quindi non sarà necessario procurarsi un ritaglio.
E’ importante rimuovere lo spray con delicatezza evitando di generare pressione con le dita sulla superficie delle lenti.
Di solito questi spray sono versatili e possono essere utilizzati sia per occhiali da vista o da sole che per occhiali con lenti antiriflesso. Il panno in microfibra, oltre ad assicurare una perfetta pulizia della lente, può essere facilmente lavato in lavatrice, per essere riutilizzato.
Alcuni spray detergenti possono anche avere gradevoli profumazioni che doneranno una nota olfattiva, che si aggiungerà al piacere di vedere più nitido. Nel caso in cui si finisca lo spray, si può ottenere un effetto simile utilizzando il sapone di Marsiglia, che è meno aggressivo rispetto ad altri tipi di sapone e ha una formulazione più naturale. E’ comunque consigliabile acquistare sempre spray dedicati alla pulizia delle lenti che possano allungarne la vita preservandole da graffi accidentali.

Come maneggiare gli occhiali durante la pulizia

Gli occhiali sono spesso oggetti molto delicati anche perché hanno punti di innesto (nelle stanghette, ad esempio) che ne indeboliscono ulteriormente la sezione. Per evitare di rompere involontariamente la montatura, è bene pulire le lenti tenendoli fermi dal nasello e ruotando delicatamente la pezza in microfibra sulle lenti.
Se però gli occhiali hanno la montatura a giorno, anche il nasello diventa un punto molto delicato, è quindi utile trattenerli direttamente dalla lente mentre si puliscono.
Nella pulizia dei modelli con la montatura a giorno, va assolutamente evitato di tenerli fermi da parti di montatura stessa. Se non si usano queste accortezze può succedere che si allentino le viti nella migliore delle ipotesi e che si spezzi la montatura nella peggiore.

Pulizia approfondita con gli ultrasuoni

Ogni tanto è bene regalare al nostro paio d’occhiali un momento di benessere, sicuramente ne gioverà la vista. E’ possibile infatti, presso molti centri ottici, portare i propri occhiali per fare un trattamento di pulizia ad ultrasuoni. Questo tipo di trattamento, oltre a pulire in maniera approfondita le lenti, serve per pulire tutta la montatura, comprese quelle parti particolarmente vicine alle viti che spesso sono molto difficili da detergere. La pulizia con ultrasuoni è semplice e rapida. Basta infatti porre gli occhiali in uno strumento apposito, lasciarli qualche minuto al suo interno e poi detergerli con un panno in microfibra. Lenti e montatura torneranno come nuovi.

In conclusione è giusto ricordare che la pulizia degli occhiali non solo ci consente di vedere meglio, ma allunga anche la vita a questi strumenti che, nella maggior parte dei casi, sono indispensabili per svolgere qualsiasi compito durante l’arco della giornata.
I graffi purtroppo non possono essere rimossi dalla lente che quindi deve essere sostituita. I trattamenti polarizzanti o antiriflesso vengono seriamente danneggiati dalle alte temperature, ma anche da quelle troppo basse. Spesso un gesto naturale, come quello di usare un lembo di camicia o maglietta per pulire gli occhiali, può arrecare danni irreparabili. Per questo è bene tenere sempre con sè una pezzetta di microfibra e uno spray dedicato per la pulizia delle lenti all’interno della borsa o dello zaino.

La cura quotidiana degli occhiali ci può evitare di sostituirli frequentemente, concedendoci nel contempo una visione limpida e piacevole. Basta seguire poche semplici regole di corretta pulizia per scansare errori grossolani che possono procurare danni gravi.